you reporter

Mano tesa alla movida in centro <br/> Bergamin: "Vivacizziamo la città"

44543

30/07/2015 - 11:30

di Alberto Garbellini

ROVIGO - Una speranza per la movida. Ad accenderla è lo stesso sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, e con lui l’assessore comunale al commercio Michele Brusaferro. Potrebbero essere accolte, quindi, le istanze di operatori commerciali, e di chi vuole vivere la città per avere un centro a misura di spettacoli e di una movida che sia comunque rispettosa di regole e necessità di tutti.

“Abbiamo impostato un ragionamento - dice il sindaco - per vedere di allargare l’orario concesso alla musica e agli spettacoli esterni in determinate giornate della settimana e in occasione di particolari eventi. Il nostro obiettivo è quello di vivacizzare la città, renderla appetibile per i giovani. Il tutto ovviamente nel rispetto di chi non vuole sentire rumore assordante per tutta la notte, cercando quindi di contemperare le esigenze. Per questo serve la collaborazione di tutti, categorie e cittadini”.

Il regolamento vigente impone lo stop alla musica all’esterno dei locali di Rovigo alla mezzanotte, orario che, soprattutto in estate, appare troppo restrittivo, soprattutto nelle giornate dal giovedì al sabato, quando la movida raggiunge il suo apice. Il comune di Rovigo ha in fase di elaborazione la possibilità di spostare di un’ora l’orario di stop alla musica, magari nelle serate del fine settimana, o codificando una riduzione dei decibel e delle emissioni sonore a partire da una determinata ora. Certo attendersi nuove disposizioni nel giro di pochi giorni è forse troppo ottimistico, però prima della fine dell’estate potrebbero arrivare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl