you reporter

Il triangolo amoroso <br/> finisce in aula del tribunale

Stlaking

manage a trois1.jpg

Lui, lei e l'altro

16/02/2016 - 18:26

Sta per giungere alle battute finali il processo che vede un rodigino accusato di stalking e calunnia nei confronti della sua ragazza e dell’amante di lei, un suo collega di lavoro. Tra il 2010 e il 2011 l'uomo aveva iniziato una relazione con la collega, impiegata nella sua stessa ditta. Da quel momento, la coppia, secondo quanto ricostruito dall'accusa, si era incontrata per tre volte in un hotel, dove aveva consumato una storia clandestina. Moltissimi gli sms che la donna inviava al giovane. Per questo, ad un certo punto, l'uomo con cui la stessa aveva una relazione stabile è venuto a scoprirla. Secondo l’accusa ha iniziato a inseguire, anche con appostamenti, quello che riteneva essere l’amante, il suo rivale in amore. Arrivando così a minacciarlo, se non avesse lasciato stare la sua donna. Da qui era partita la denuncia per stalking. Da parte sua, la ragazza si era difesa dicendo che l’amante l’aveva violentata. A quel punto, il suo ragazzo avrebbe minacciato quello che era stato l’amante della sua donna. La querela per stalking non venne ritirata, quindi scattò la querela per violenza sessuale. La vicenda si concluse nel 2013 con l’assoluzione dell’amante. Verdetto che indusse l’amante a sporgere a sua volta querela per calunnia.

Il servizio completo in edicola nella Voce di mercoledì 17 febbraio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl