you reporter

Negato ai familiari di Paula Burci <br/> l'espatrio della salma in Romania

Omicidio Burci

Paula Burci processo Sergio Benazzo & Gianina Pist

La Corte d'Assise in aula del tribunale di Rovigo

02/03/2016 - 12:22

E' stata rigettata dalla Corte d'Assise di Rovigo la richiesta di espatrio della salma di Paula Burci, la 19enne rumena massacrata e bruciata viva nella golena del Po nel marzo 2008, e sepolta nel cimitero di Mizzana a Ferrara.



A richiedere l'espatrio i familiari della giovane rumena, che vivono a Segarcea, piccolo paese vicino a Craiova dal quale la giovane sparì nel 2008, senza dire niente a nessuno. Solo pochi mesi dopo venne loro comunicata la morte della 19enne, per la quale ora sono nuovamente a processo Gianina Pistroescu e Sergio Benazzo, già condannati anche in appello all'ergastolo, ma per i quali il processo è ripartito a causa di un vizio di forma: l'incompetenza territoriale del tribunale di Ferrara che li giudicò nel primo processo.



Solo l'anno scorso i familiari sono riusciti a portare dei fiori sulla tomba di Paula, che era un "numero" nel cimitero di Mizzana a Ferrara.



Il servizio completo in edicola nella Voce di giovedì 3 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl