you reporter

Insulti e offese a sindaco e portavoce <br/> rodigino allontanato dal municipio

Rovigo

48665

20/04/2016 - 18:20

Un cittadino di Rovigo è entrato nell'ufficio del sindaco Massimo Bergamin mercoledì 20 aprile mattina urlando, insultandolo è quasi arrivando a mettergli le mani addosso, con rischi pure per la sua collaboratrice. Ad allontanarlo dal municipio lo stesso sindaco.

Intorno alle 13 il rodigino, di circa 50 anni e con qualche problema psichiatrico alle spalle, è entrato in comune. Poco prima era stato anche negli uffici dei servizi sociali per avanzare lamentele e rivendicazioni. L'uomo si è diretto in salone d'onore di palazzo Nodari e si è fiondato a bussare alla porta del sindaco. Appena la porta si apre l'uomo si trova di fronte la portavoce, alla quale chiede un appuntamento. Lei non fa a tempo a chiedere spiegazioni che subito viene investita da una sequenza di invettive, offese, insulti e bestemmie.

Quindi inizia a urlare contro il sindaco che tempestivamente si era alzato per cercare di fermare quel caos. Sul posto immediatamente è arrivato il comandante della Polizia locale, Giovanni Tesoro, e l'uomo è stato allontanato dal municipio.

Il servizio completo in edicola nella Voce di giovedì 21 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl