you reporter

Esposto in procura <br/> per l'auto del sindaco Bergamin

Rovigo

ex maddalena sindaco1.JPG

Il sindaco Massimo Bergamin con il comandante Tesoro

17/06/2016 - 10:01

Due accuse pesantissime e una terza, altrettanto grave, soltanto ipotizzata: nelle prossime ore la procura della Repubblica di Rovigo riceverà un esposto che chiama in causa il sindaco di Rovigo, Massimo Bergamin, e il comandante della Polizia locale, Giovanni Tesoro.



La vicenda è quella del permesso per accedere alla zona a traffico limitato di Corso del Popolo rilasciato per l'auto del sindaco Bergamin dal comando dei vigili. Un permesso rilasciato in un momento (parliamo di giugno 2015) in cui l’auto era gravata da un fermo amministrativo, vale a dire che erano scattate le famose ganasce fiscali per un debito di 15mila euro con Equitalia.



L'esposto ricostruisce la vicenda segnalando come, a detta dei firmatari, sia il sindaco (che ha chiesto il permesso per un'auto sequestrata) quanto per il comandante dei vigili (che lo ha concesso), potrebbero avere commesso un abuso di ufficio. Per Bergamin, poi, si ipotizza anche la mancata custodia di un bene che gli era stato affidato. Sembra una cosa di poco conto, e invece si tratta di un reato penale che per di più è perseguibile d’ufficio e sul quale la procura potrebbe persino già essere al lavoro.



Il servizio completo in edicola nella Voce di venerdì 17 giugno

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl