you reporter

Due indagati per la morte di Michele, schiacciato da un macchinario a 19 anni

La Tragedia

72231

23/02/2017 - 18:47

Ci sono due iscritti nel registro degli indagati della procura di Rovigo, per la morte del giovane Michele Cavallaro, il 19enne di Stanghella rimasto schiacciato tra il braccio mobile di un macchinario che manipolava le piastrelle e una pila di prodotti già inscatolati, alla 24-7 srl di Ceregnano mercoledì 22 febbraio alle 11 ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/MedioAltoPolesine/tragedia-sul-lavoro-operaio-di-19-anni-muore-schiacciato[/url]).


Si tratta dei due legali rappresentanti della società che da un anno si è insediata in uno dei capannoni della Tmb - ex Grimeca di Ceregnano e che produce piastrelle “ecosostenibili”, ovvero ottenute dalla frantumazione del materiale di risulta delle cave di marmi, graniti, quarzi e quarziti o da sabbie silicee.


Qualcosa nella catena di montaggio non ha funzionato e quella morte non doveva avvenire. Questo è chiaro al sostituto procuratore Andrea Girlando, che nei prossimi giorni disporrà un’autopsia sul corpo di Michele e anche una consulenza tecnica per capire cosa non ha funzionato nel macchinario, attualmente sotto sequestro.



Il servizio completo domani 24 febbraio sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl