you reporter

La famiglia di San Bortolo torna a sperare grazie a un lavoretto

Solidarietà

72729

27/02/2017 - 09:36

Buone notizie per la famiglia di San Bortolo che qualche settimana fa aveva venduto le fedi per riuscire a campare. Diego ha un piccolo impiego provvisorio come steward allo stadio di calcio di Rovigo, grazie alla sensibilità del Delta calcio Rovigo, in collaborazione con la Hermes security.



Una soluzione temporanea in attesa di un lavoro che possa garantire alla famiglia la stabilità economica di cui ha tanto bisogno. Per il momento Diego presterà servizio allo stadio nelle giornate in cui il Delta giocherà in casa, per un impegno complessivo di 3 ore ogni due settimane. Quello come steward non è un vero impiego, ma si tratta comunque di un nuovo inizio, di una mano tesa capace di infondere di nuovo fiducia alla famiglia in difficoltà.



Il primo a far brillare di nuovo il sorriso sul volto del padre di famiglia di 48 anni, licenziato quattro anni fa dalle Poste, è stato don Gianni Vettorello, parroco di san Bortolo e cappellano della Polizia. Quando è venuto a sapere delle difficoltà attraversate dalla famiglia, il sacerdote si è subito dato da fare per aiutarla ([url"Leggi articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Rovigo/vendono-le-fedi-per-campare-ma-il-don-gliele-restituisce[/url]).



Dalla sua pagina Facebook ha lanciato un appello chiedendo un contributo per ricomprare le fedi vendute per disperazione. A rispondere all'appello sono stati in tanti, non solo parrocchiani di Rovigo, ma persino terremotati dell'Abruzzo. Una volta compiuta la "missione" degli anelli, don Gianni ha alzato il tiro chiedendo anche un lavoro, in modo da restituire dignità alla famiglia. E la prima a fare un passo simbolico in questa direzione è stata la società sportiva, offrendogli questo piccolo impiego.



Per Diego, la moglie e i figli si è aperto uno spiraglio di luce nel tunnel della povertà che negli ultimi mesi si era fatto sempre più buio. Dopo aver rinunciato non solo al superfluo ma anche al necessario, la coppia si era vista costretta a vendere quanto di più caro e simbolico era rimasto loro: le fedi nuziali. Ma la generosità delle tante persone che li hanno sostenuti sta dimostrando che c'è sempre una possibilità di riscatto.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl