you reporter

Truffe e furti, per i responsabili scatta il divieto di ritorno

Questura

78649

04/05/2017 - 14:58

Non potranno più mettere piede a Rovigo per 3 anni, a causa dei reati commessi. Il questore di Rovigo ha disposto il divieto di ritorno per due cittadini stranieri di 29 e 36 anni.



Il più giovane, originario dall'Iran e in Italia senza fissa dimora, nell'agosto scorso è stato beccato mentre, con l'aiuto di un complice, tentava di truffare il gestore di un sala gioco videolottery del capoluogo.



L'altro, invece, originario della Romania, a ottobre è stato denunciato per il furto messo a segno in una profumeria. Insieme a un connazionale, il giovane aveva prelevato dagli scaffali del negozio alcune boccette di profumo e le aveva nascoste tra gli indumenti nel tentativo di eludere le casse.



Il 36enne, inoltre, ha alle spalle una denuncia per possesso di arnesi per scasso e frequenta "brutte compagnie" composte da persone con precedenti per reati di tipo predatorio. Tutti buoni motivi per allontanarlo dal capoluogo polesano.



Oltre a questi provvedimenti, il questore ha emesso anche un avviso orale nei
confronti di un 24enne romeno, residente in Polesine, che a novembre è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali, violenza privata e violazione di domicilio ai danni di due persone.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl