you reporter

Truffa delle patenti, la regia è in Polesine

Polstrada

Patenti false.jpg

15/07/2017 - 23:00

Patenti ottenute, attraverso la conversione da uno stato estero, con la presentazione di documenti falsi: sono 94 i denunciati dalla polstrada di Ancona. L’ideatore e regista della truffa è, per l’accusa, un marocchino residente in Polesine.



Alcuni soggetti di origine marocchina e tunisina avevano presentato, in due autoscuole di Ancona e provincia la documentazione necessaria per ottenere la conversione di patenti di guida apparentemente conseguite, in precedenza, nel proprio stato di origine. A seguito delle indagini ben 94 persone sono state denunciate: avrebbero falsificato la data della prima residenza ottenuta in questo stato, ed erano rientrati nei parametri dettati da accordi sottoscritti dai governi marocchini e tunisini con l'Italia. In alcuni casi, la patente estera della quale era stata richiesta la conversione, risultava contraffatta e mai ottenuta nel paese di origine.



L’ideatore dell’illecita attività è un uomo di origine marocchina, residente in Provincia di Rovigo, già noto alle forze dell’ordine. Per ogni patente ottenuta, riceveva una somma compresa tra i 1.800 ed i 2.500 euro. In alcuni casi, la patente ottenuta veniva consegnata ai sodali interessati al termine dei pagamenti, sovente rateizzati.


Il servizio completo sulla Voce in edicola il 16 luglio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl