you reporter

Percorso a ostacoli per le Casalini

San Bortolo

29/08/2017 - 20:30

Marciapiedi da incubo attorno alle scuole: non c’è soltanto via Parenzo e il polo della Commenda. Anche gli studenti delle medie Casalini, tra via Galimberti e via della Resistenza, nel cuore del quartiere di San Bortolo, rischiano grosso ogni mattina, nel percorrere a piedi la distanza che li separa da casa (o dalla fermata dell’autobus) al plesso scolastico.


Perché anche qui, come altrove, i marciapiedi sono davvero disastrosi. In via Galiberti, la strada che passa dietro la scuola e torna verso viale Oroboni, in particolare, il percorso pedonale che costeggia il muro di cinta delle medie è ridotto a un colabrodo. Ci sono interi tratti in cui ormai l’asfalto si è completamente ritirato, lasciando spazio soltanto a ghiaia e sassolini. Sul manto stradale, infatti, si sono aperte varie voragini, di tutte le dimensioni.



Alcune delle quale, con il tempo, si sono persino saldate tra loro, formando grandi chiazze in cui semplicemente l’asfalto non esiste più. Una situazione che è tale da anni, ma su cui, a quanto pare, nessuno ha ancora pensato di intervenire.





Il servizio completo in edicola sulla Voce di mercoledì 30 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl