you reporter

Rovigo

Morì a sei anni in ospedale, partito il processo

A perdere la vita fu Gianni Morello di 6 anni

Morì a sei anni in ospedale, partito il processo

Si è svolta nei giorni scorsi la prima udienza del processo che cerca di fare luce sulla morte del bambino di 6 anni, Giovanni Morello di Anguillara Veneta, avvenuta nell’ospedale polesano. Nel corso dell’udienza è stata data via libera all’istanza di chiamata in causa dell’Ulss 5 Polesana, a titolo di responsabile civile, avanzata dall’avvocato Cristiano Violato, del foro di Padova, legale della  famiglia del bambino.

Il bambino era stato ricoverato per quella che sembrava una banale influenza intestinale, ma poi il bambino è morto. Un decesso di cui ora è chiamato a rispondere il medico che, all’epoca dei fatti, ricopriva l’incarico di primario del reparto di pediatria. 

Inizialmente erano sette i medici indagati, ma nel corso delle indagini la pesante accusa si è circoscritta soltanto a un medico che, secondo il pm avrebbe compiuto un errore macroscopico. Numerose le omissioni contestate, fra cui la mancata richiesta di una consulenza chirurgica e di esami specifici che avrebbero potuto far luce sul reale disturbo del piccolo.

Il bimbo, ricoverato per una gastroenterite, era morto due giorni dopo, senza avere il tempo di entrare nella sala operatoria, ucciso dall'occlusione di un’ansa intestinale con conseguente peritonite acuta che non gli aveva lasciato scampo. Due giorni dopo il ricovero, il cuore del bambino aveva smesso di battere e a nulla erano valsi in tentativi dei medici di rianimarlo. A quel punto era ormai troppo tardi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl