you reporter

Rovigo

La giunta Bergamin dice no a sei nuovi supermercati

Quattro supermercati, una casa di riposo per anziani e un altro locale commerciale. Il piano degli interventi del Commercio non li prevederà, la giunta Bergamin li ha bocciati rispettando il principio programmatico della Lega: "Niente consumo di suolo, ripristiniamo l'esistente".

fenderica[1].JPG

Federica Moretti e Massimo Bergamin

Niente più supermercati. Nella riunione di ieri, la Giunta non ha riconosciuto il giudizio di “meritevole interesse” per quattro supermercati, un negozio in zona Rovigo Sud e una casa di riposo per anziani. Tutte le proposte erano inferiori ai 1.500 metri quadrati e sono state giudicate "difformi nei contenuti alle proposte ai principi politici che l’amministrazione ha espresso sia nel documento del sindaco illustrato in consiglio comunale nel gennaio 2017, sia ai principi più specifici sul tema del commercio espressi nelle linee guida approvate dalla giunta nel mese di giugno del 2017".

I supermercati erano stati proposti in genere nel quartiere Commenda. Le quattro proposte di nuovi supermercati riguardavano: l’area lungo via de Polzer a ridosso dell’edificio della Cisl; l’area ex Enel a ridosso del Marconi lungo viale Porta Adige; l’area a verde pubblico lungo via Baruchello del Piruea denominato “ex Zarattini”; un’area lungo via Merlin dove attualmente è presente un vecchio edificio rurale, dismesso, di grande valore tipologico.

In progetto commerciale riguardava, poi, Rovigo Sud, lato Fattoria. Molto più complessa e articolata a ridosso della rotatoria dell’ospedale con insediamento di alloggi per gli anziani, habitat per invecchiare, e servizi commerciali e non per il complesso edilizio e per l’ospedale.


Con questa seconda delibera la Giunta completa la sua attività così come previsto dalla Legge Regionale 11/2004 e avvia la fase vera e propria di redazione del Piano degli Interventi del Commercio sul quale si esprimerà il Consiglio Comunale.


Così l'assessore alla Urbanistica Federica Moretti: "Le proposte sono state analizzate approfonditamente, ma non abbiamo riscontrato, in nessuna di esse, qualche elemento utile alla amministrazione per perseguire il grande obiettivo politico che compete all’Urbanistica di riqualificazione della città. Crediamo molto nel programma che abbiamo avviato: vogliamo riabitare gli edifici chiusi, ripotenziare le aree che negli anni hanno perso energia, vitalità, attrattività".

E ha aggiunto: "Solo rimanendo fermi su questa posizione possiamo sperare, nei prossimi anni, attraverso piccoli o grandi interventi, di concretizzare un restyling diffuso dei tratti più storici del nostro tessuto edilizio per ritornare a sorprenderci nuovamente. Apprezzabile la proposta di recuperare l’area dell’ex-Enel, ma l’insediamento di un supermercato non si allinea con i contenuti delle Linee Guida e le disposizioni vigenti".


Il Sindaco Massimo Bergamin: "Le scelte della Giunta perseguono il programma politico di questa amministrazione. Il commercio è importantissimo per qualsiasi paese di qualsiasi dimensione. Questa amministrazione rimane a disposizione di tutti coloro che intendano investire a Rovigo e che si rendano disponibili a vincere questa grande sfida di rilancio della città".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl