you reporter

ROVIGO

Maddalena, abbandono da “museo”

Devis Vezzaro, gestore dell’ex manicomio, ha proposto di fare una mostra nell’ex ospedale. Da dicembre colloqui col Comune: “Sia chiaro, sistemiamo il parco se ci danno la struttura, non sono il giardiniere di nessuno".

04/01/2019 - 20:18

Il mostro della Commenda, potrebbe diventare un presidio dei “luoghi dell’abbandono”. Infatti il presidente dell’associazione che gestisce l’ex manicomio di Granzette, Devis Vezzaro, ha fatto una proposta concreta al Comune: creare all’interno dell’edificio dell’ex ospedale Maddalena e nel parco attiguo un percorso per realizzare una mostra sul disastro di Chernobyl, un’esposizione che Vezzaro, fotografo, ha già realizzato a Vicenza con successo.


“Mi sono interessato al luogo già prima di Natale. E’ un’idea valida sia per il Maddalena che è davvero entusiasmante, e che potremmo in qualche modo mettere in sicurezza creando dei percorsi al suo interno - spiega Devis Vezzaro - che per la nostra associazione, visto che la mostra sul disastro di Chernobyl si adatta bene al luogo”.


Vezzaro ha trovato una disponibilità di massima nel vicesindaco di Rovigo Andrea Bimbatti. Al Comune farebbe gola soprattutto liberare il parco Maddalena e sistemare quella parte attualmente interdetta perché della proprietà privata. “Ma sia chiaro, io non faccio il giardiniere di nessuno e non sono un giardiniere - ha spiegato Vezzaro - Sistemeremo il parco a patto che ci daranno anche la struttura per organizzare la mostra”.


“I luoghi dell’abbandono” si sta anche interessando alla Caserma Silvetri e all’ex carcere. E’ infatti in contatto con il demanio per avere la disponibilità di fare un sopralluogo. D’altronde di luoghi abbandonati è piena Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl