you reporter

IL CASO

Veleni tra colleghi, legale nei guai

Tutto è cominciato da un divorzio in Basso Polesine. Alla sbarra anche la cliente

Veleni tra colleghi, legale nei guai

Il ring abituale per gli avvocati è l’aula di un tribunale. Ma in questo caso la battaglia a colpi di carte bollate si è fatta pesante e ci è scappata la denuncia per calunnia.

Un noto avvocato di Rovigo è stato rinviato a giudizio con l’accusa di calunnia, per aver denunciato senza motivo un collega adriese.

Tutto è nato da un matrimonio naufragato, in Basso Polesine, tra il 2011 e il 2013.

L’avvocato rodigino difendeva la donna, l’avvocato adriese, invece, il marito e il padre di lui.

Nella coppia - dice il proverbio - non mettere mai il dito. E invece per ragioni che saranno valutate nel dibattimento, c'è stata una denuncia di troppo per per associazione a delinquere e per falso nei confronti del professionista adriese e dei suoi assistiti.

La procura, nella persona del pm Monica Bombana, aveva archiviato subito la denuncia. Ma l’uomo e suo padre sono andati a processo per mancato versamento del mantenimento alla donna. Assolti in primo grado dal tribunale di Rovigo.

A quel punto è scattata la denuncia per calunnia. E il rinvio a giudizio per il legale rodigino, deciso oggi 23 gennaio dal giudice Silvia Varotto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl