you reporter

Giustizia

Business dei profughi, un polesano a processo

In sette a giudizio per il caso dei bandi pilotati a favore di Ecofficina, la cooperativa che gestiva l'accoglienza dei migranti a Padova (ma anche a Rovigo). Tra gli accusati c'è anche un polesano.

Mercoledì arrivano sette profughi

19/06/2019 - 09:59

Dopo una lunga indagine, che analizza i bandi per la gestione dei migranti nella provincia di Padova affidati alla cooperativa Ecofficina, sono finiti a processo sette persone tra cui anche un cittadino di San Martino di Venezze, in provincia di Rovigo, i vertici di Ecofficina e i funzionari della prefettura di Padova.

Il prossimo 14 gennaio inizierà a Padova il processo davanti al tribunale collegiale, per sette persone, mentre un altro ha chiesto e ottenuto la messa alla prova. Le accuse dello scandalo sulla gestione dei migranti sono a vario titolo di turbata libertà degli incanti, frode nelle forniture pubbliche, truffa, corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio, induzione indebita, rivelazione del segreto d'ufficio e falso.

A processo andranno: Simone Borile, di Battaglia Terme, socio volontario di Ecofficina, in realtà secondo le intercettazioni avvenute tra il 2015 e il 2017, amministratore occulto della cooperativa. La moglie Sara Felpati, vicepresidente di Ecofficina, Gaetano Bartocchio, di San Martino di Venezze, presidente di Ecofficina fino al 2017, Tiziana Quintario, di Monselice, funzionario della prefettura di Padova, ora a Bologna, Pasquale Aversa, viceprefetto vicario della prefettura di Padova, Alessandro Sallusto, funzionario della prefettura di Padova, ora a Bologna, Marco Zangrossi, consulente del lavoro e simon Costa di Vicenza, operatore della cooperativa sociale (messo alla prova).

Secondo le intercettazioni della procura di Padova, i vertici della cooperativa erano addirittura avvisati delle ispezioni della Prefettura. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl