you reporter

politica

Crisi di maggioranza, civici e Pd accantonano le armi

Variati: “Clima positivo, ma lavoro non finito”, e non sono mancate asprezze e accuse politiche

Crisi di maggioranza, civici e Pd accantonano le armi

Achille Variati sotto la sede del Pd

12/05/2021 - 22:11

Il confronto è stato franco. Fra Pd e alleati non sono mancate parole accese, rivendicazioni, puntualizzazioni e passaggi anche ruvidi. Ma alla fine la coalizione di centrosinistra ha deciso di andare avanti, e solo il tempo, i prossimi mesi, potranno dire se si tratta di matrimonio d’amore, anche di semplice affetto, o di interesse. E così l’alleanza tiene, il centrosinistra ribadisce la richiesta al sindaco Edoardo Gaffeo di ritirare le dimissioni, ed entro qualche giorno i responsabili dei gruppi torneranno ad incontrarsi per stendere un documento che fissi priorità e punti programmatrici della prossima navigazione politica.

Il summit Il primo vertice fra i gruppi di maggioranza è durato quasi tre ore, dalle 18 a poco prima delle 21 di oggi 12 maggio, ma era prevedibile vista la delicatezza della situazione e i numerosi angoli da smussare. Lo stesso Achille Variati, il pacificatore del Pd, il giorno prima, aveva annunciato che sarebbe stata l’occasione per fare chiarezza, dirsi le cose con franchezza, e cercare di appianare incomprensioni e resistenze. E che alla fine sarebbe stato un incontro interlocutorio lo sospettavano in molti, sia in casa Pd, che dalle parti degli alleati.

Nella sede dem di galleria Balotta si sono confrontati i capigruppo dei gruppi di maggioranza e responsabili di partito. A tirare le fila Achille Variati, e poi Nello Chendi e Angelo Zanellato per i dem, Fabio Osti, Elena Biasin e Claudio Curina per “Perché Rovigo cresca felice”, Federico Saccardin, Giovanni Nalin e Matteo Masin, per il Forum.

Variati “Il clima è positivo - ha commentato Variati dopo il summit - ci siamo parlati con franchezza e sono state ripercorse le tappe di questi anni. Certo il cammino non è ancora terminato, il lavoro non è concluso, ma siamo sulla buona strada”. Insomma qualche asperità è rimasta anche se lo stesso ex sindaco di Vicenza, mandato dalla segreteria Pd nazionale a sbrogliare la matassa, ammette che “adesso ci ritroveremo nei prossimi giorni per definire il tutto. Ci sarà un ulteriore momento di chiarimento e poi metteremo tutta la disponibilità del centrosinistra ad andare avanti col sindaco Gaffeo. Al quale si chiederà nuovamente di ritirare le dimissioni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl