Cerca

Rovigo

La nuova caserma della Polizia locale all'agente caduto

La proposta del Sulpl di dedicare la caserma di via Oroboni a Massimo Boscolo Cegion

La nuova caserma della Polizia locale all'agente caduto

Dedicare la caserma della polizia locale di Rovigo a Massimo Boscolo Cegion, vigile urbano di Chioggia, ma in servizio a Padova, morto nell’ottobre scorso a 34 anni a seguito di un grave incidente con la moto di servizio. E’ la proposta del coordinatore provinciale del Sulpl Mirco Gennari. “Il tributo di sangue da sempre pagato dagli appartenenti alla polizia locale di tutta Italia - scrive - troppo spesso risulta dimenticato. Per questo motivo, in considerazione della prossima ultimazione dei lavori relativi alla nuova sede della polizia locale di Rovigo, in cui il corpo dovrebbe trasferirsi entro il mese di settembre, analogamente a quanto accade nell’ambito delle altre forze dell’ordine, proponiamo di intitolare lo stabile ad un caduto in servizio della polizia locale, al fine di onorarne la memoria e cementare lo spirito di corpo”.

In particolare, sentita la famiglia, il sindacato “propone l’intitolazione al giovane agente Massimo Boscolo Cegion, appartenente alla polizia locale di Padova, caduto in servizio ad ottobre dell’anno scorso a causa di un fatale incidente stradale, avvenuto durante la scorta ad una manifestazione sportiva, tipico servizio espletato dalla polizia locale.

La figura di Massimo, poliziotto stimato e benvoluto da tutti, è stata individuata a rappresentanza dei caduti della polizia locale di tutta Italia, in ragione dei particolari legami con il territorio della nostra provincia, dove in passato ha prestato servizio e dove il padre, a sua volta appartenente alla polizia locale, come anche il fratello di Massimo, lo presta tutt’ora”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Max61

    12 Giugno 2022 - 08:12

    Portando tutto il massimo rispetto all' agente scomparso, noi di Rovigo dobbiamo essere sempre condizionati da Padova? noi a Rovigo non abbiamo un personaggio da ricordare, anche se non necessariamente morto? visto che la caserma è di Rovigo, dovremmo essere noi di Rovigo a decidere a chi intitolarla, non vi sembra più sensato?

    Report

    Rispondi

Impostazioni privacy