you reporter

Calcio

Fabio Maistro: un polesano alla conquista della Serie B

Fabio Maistro: un polesano alla conquista della Serie B

Photo by Lega Nazionale Professionisti B / public domain

Se la Salernitana può sognare in grande, molto lo deve anche alle prestazioni di un suo talento che sta crescendo in maniera esponenziale. Stiamo facendo riferimento a Fabio Maistro, che trascinando la squadra campana verso un campionato di serie B davvero da protagonista.

C’è anche la sua impronta negli ultimi successi che sono stati ottenuti da parte della della Salernitana: Maistro, con le ultime performance, si sta guadagnando un ruolo sempre più importante non solo nella squadra, ma anche sul taccuino di tutti gli osservatori delle squadre di Serie A. Questo centrocampista, di classe 1998, sta stupendo tutti, tifosi compresi.

Maistro, a Salerno l’ambiente ideale per la maturazione

A Salerno Maistro pare proprio aver trovato l’ambiente perfetto per poter esprimere tutte le proprie potenzialità. In realtà, il talento era noto già da qualche anno, ma il problema principale per il buon Fabio è stato quello di riuscire a trovare una continuità a livello di presenze e minuti in campo, messa a dura prova da diversi infortuni che ne hanno minato il percorso di crescita fino a questo momento.

Se i problemi fisici, quindi, sono stati fino ad ora il motivo del continuo rimandare del suo boom come centrocampista, adesso Fabio sembra essersi lasciato tutto alle spalle, trascinando la squadra per cui gioca: in piena corsa per i playoff, la Salernitana sarà chiamata a confermare il buon momento di forma nelle prossime sfide con Juve Stabia e Ascoli.

Il ruolo di Maistro è quello di mezzala a centrocampo e in stagione ha già dimostrato ampiamente di meritarsi la titolarità, dal momento che è sceso in campo per ben otto volte. Tre apparizioni dal primo minuto testimoniano come l’allenatore creda fortemente nelle qualità di Maistro e apprezzi il suo modo di giocare e di impegnarsi anche fuori dal campo. Non è certo un caso che gli ultimi risultati positivi della Salernitana coincidano con tre prestazioni di alto livello proprio di Maistro.

Una carriera che, secondo tanti addetti ai lavori, sta trovando finalmente la giusta e meritata consacrazione. Maistro è cresciuto in un vivaio particolarmente florido come quello della Fiorentina, anche se il centrocampista di Rovigo in realtà non ha trovato granché spazio con la Primavera della viola, ancora una volta per colpa di quei problemi fisici che l’hanno afflitto. Infatti a livello giovanile Maistro ha dovuto affrontare una serie di complicazioni alla schiena che l’hanno costretto a saltare un gran numero di partite.

Il colpo di fulmine con Sousa e la scelta di patron Lotito

Ci è voluto comunque poco per catturare l’attenzione di un tecnico sempre molto attento ai giovani e alla loro crescita come Paulo Sousa: l’ex Juve, infatti, non si è fatto mai molto scrupoli nel lanciare in campo ragazzi con poca esperienza anche in prima squadra. Ed è proprio Sousa a rimanere colpito dalle abilità sul rettangolo di gioco di Maistro, al punto tale che il tecnico portoghese sceglie di portarlo in panchina in numerose occasioni. La prima esperienza da professionista fuori dai confini viola è quella con il Gavorrano in Serie C.

Successivamente, Maistro passa a vestire la maglia del Rieti e lì comincia ad avere una certa continuità nello scendere in campo e, di conseguenza, anche nel rendimento. Fondamentale il suo contributo nella stagione del club laziale, che riesce ad agguantare la salvezza e per Fabio ci sono pure 5 gol in 37 presenze in stagione. E sono proprio questi numeri a spingere la Lazio del presidente Lotito a puntare su questo giovane di belle speranze: così, la società capitolina prende la decisione di metterlo sotto contratto, pagandolo una cifra irrisoria come soli 300 mila euro. Maistro finisce in questo modo in prestito alla Salernitana, l’altro club che rientra nelle mani di patron Lotito. Ed è proprio nel modulo di Ventura che Maistro riesce a trovare il ruolo perfetto, quello di mezzala, in cui poter dare sfogo a tutte le sue qualità.

Tra le principali caratteristiche tecniche di Maistro troviamo indubbiamente il fatto di avere una buona tecnica di base, dotato di un destro naturale molto interessante. Fabio riesce a garantire un gran lavoro in campo sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Ed è proprio questo il motivo per cui riesce ad essere particolarmente efficace in entrambe le fasi di gioco in cui si disimpegna.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl