you reporter

I migliori calciatori veneti della nostra Serie A

I migliori calciatori veneti della nostra Serie A

Negli ultimi anni c'è una regione italiana che più delle altre ha fornito al nostro calcio giocatori di altissimo livello. Stiamo parlando ovviamente del Veneto, terra natale di leggende del pallone azzurro come Alex Del Piero, Francesco Toldo, Aldo Serena e Roberto Baggio, e ancora oggi ben rappresentata nella massima serie. Ecco l'11 ideale dei calciatori veneti attualmente in attività.

In porta nella virtuale nazionale veneta non può che esserci Federico Marchetti. Nato a Bassano del Grappa e cresciuto nelle giovanili del Torino, l'estremo difensore ha vissuto le stagioni migliori con le maglie di Cagliari (dal 2008 al 2011) e Lazio (dal 2011 al 2018). Portiere estremamente dinamico tra i pali e capace di interventi ad alto tasso di spettacolarità, Marchetti vanta anche 11 presenze in Nazionale, molte da titolare, e nelle ultime due stagioni è passato al Genoa dove ha perso il ruolo di numero 1 a favore del giovanissimo Radu.

Passiamo alla difesa per trovare tre giocatori di sicura affidabilità. Il più giovane di loro, e forse il più ricco di talento, è Marco Varnier, 21enne padovano di proprietà dell'Atalanta. Messosi in luce con la maglia del Cittadella, Varnier è un giocatore moderno, abilissimo sia in marcatura che nella costruzione del gioco, doti che gli hanno portato importanti paragoni con Leonardo Bonucci e il premio di miglior difensore della Serie B. Lo scorso anno il passaggio a titolo definitivo alla Dea e un infortunio al legamento del ginocchio che l'ha messo fuori causa per tutta la stagione. In questa stagione il passaggio in prestito al Pisa in B per ritrovare la condizione perduta e riprendersi un ruolo da protagonista con i nerazzurri.

Impegnati in una lotta salvezza tutta da seguire anche attraverso bet365, uno degli operatori più attenti alla nostra Serie A, sono Luca Rossettini e Daniele Gastaldello, i centrali che completano il nostro reparto. Il primo è nato a Padova nel 1985, ha esordito nella squadra della sua città prima di diventare protagonista nel Siena con un doppio salto in Serie A. Cinque anni in Toscana, tre a Cagliari, e poi una squadra diversa ogni anno: Bologna, Torino, Genoa e Chievo. Oggi è una colonna del Lecce di Liverani di cui è titolare inamovibile. In carriera vanta anche una convocazione con la Nazionale da Antonio Conte, per un'amichevole con l'Albania in cui, però, non scese in campo.

Gastaldello, classe 1983, ha invece scritto le pagine migliori della sua carriera con la maglia della Samp, squadra con cui ha trascorso ben 8 stagioni tra Serie A (7) e Serie B (1). Centrale dal gran fisico e ottimo anche in zona gol, il ragazzo di Camposampiero è da tre anni a Brescia ed è tornato quest'anno nel nostro massimo campionato con il ruolo di mentore dei più giovani compagni di difesa.

In mezzo al campo troviamo l'esperienza e l'agonismo di Andrea Poli che dopo essere emerso con la maglia della Samp e aver trascorso 4 anni tra alti e bassi al Milan, è da tre stagioni uno dei punti di riferimento del Bologna di Mihajlovic. Basti pensare che dal 2017 a oggi ha collezionato la bellezza di 75 presenze in Serie A, impreziosite da 6 gol.

A completare il reparto 4 giocatori che hanno scritto pagine importanti nel massimo campionato e da quest'anno hanno deciso di scendere nelle categorie inferiori. I primi due sono i fratelli Luca e Nicola Rigoni, nati a Schio. Luca è il più esperto dei due e vanta 12 stagioni consecutive in A. Le prime sei con la maglia del Chievo e le successive con Palermo (2014-2016), Genoa (2016-2018) e Parma (2018/19). Da sempre centrocampista di sostanza ma in grado di farsi valere anche in zona realizzativa, nell'ultimo mercato è tornato in Veneto per vestire la maglia del Vicenza. Nicola, classe 1990, ha scritto le pagine più belle della sua carriera con il Chievo, società in cui ha militato dal 2015 al 2019 prima di accettare l'offerta dell'ambizioso nuovo Monza targato Berlusconi – Galliani per tentare il doppio salto Serie C – Serie A.

Sulle corsie laterali troviamo la corsa e l'esperienza di Christian Maggio e Manuel Lazzari. Il primo è stato per dieci anni titolare inamovibile nel Napoli, diventando uno dei protagonisti della scalata alla Champions League dei partenopei. Oggi è rimasto in Campania e da due stagioni sfreccia sulla fascia destra del Benevento capolista in Serie B di cui è anche capitano. Il secondo dopo essersi messo in luce con la Spal, con cui è passato dalla seconda divisione alla Serie A, è sbarcato nell'ultimo mercato alla Lazio di Simone Inzaghi, tecnico che sta iniziando proprio in questo periodo a dargli maggiore fiducia. Chissà che possa portare la bandiera del Veneto ai prossimi Europei: Mancini lo ha già convocato per la Nations League e potrebbe tenerlo in considerazione per la rassegna continentale.

Chiudiamo con una coppia d'attacco di tutto rispetto, quella formata dall'esperto Riccardo Meggiorini e dall'emergente Emanuel Vignato, seconda punta veneto-brasiliana. Del primo si è detto tutto e la sua carriera parla per lui. In Serie A ha vestito le maglie di Bari, Bologna, Novara, Torino e Chievo, squadra in cui milita dal 2014 e con cui ha segnato 15 gol nel massimo campionato. Centravanti di movimento che fa della generosità e della corsa le sue armi migliori, Meggiorini ha deciso di non lasciare Verona dopo la retrocessione dello scorso anno ed è pronto a lottare ancora per riportare gli scaligeri al piano di sopra. A fargli compagnia nel reparto offensivo gialloblu versione 2019/2020 c'è Vignato, nato nel 2000 a Negrar di Valpolicella. Seconda punta dotata di grandi intelligenza tattica, di ottimo dribbling e di un calcio preciso dalla distanza (per movenze è stato paragonato più volte a Del Piero), ha messo insieme 12 presenze e un gol in A nelle prime tre stagioni tra i professionisti e sulla sua esplosione sono in moltissimi a scommettere. Intanto si è già preso la maglia da titolare della Nazionale Under 20 e in questa stagione in B è già andato a segno contro l'Ascoli. Il futuro è suo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl