you reporter

Tifosi del Porto Viro, offese e sputi all'arbitro: un turno a porte chiuse

Il giudice sportivo

74323

Pesanti sanzioni al Porto Viro per il comportamento dei tifosi

15/03/2017 - 21:23

Sputi e insulti all’arbitro e ai giocatori avversari. Il comportamento inqualificabile di alcuni sostenitori del Porto Viro ha spinto la Federazione a prendere seri provvedimenti.



E così per la società gialloblù è arrivata la condanna a giocare la prossima gara interna a porte chiuse. Non solo: se, da qui ad un anno, accadranno di nuovo episodi del genere, il club dovrà disputare un’ulteriore match senza il supporto dei tifosi.



Insomma, i tifosi sono avvertiti: la Federazione non tollera più simili comportamenti. Anche perché nella gara di domenica scorsa il limite è stato davvero superato: “Per tutta la durata del secondo tempo - si legge nel comunicato della Figc - i sostenitori del Porto Viro insultavano e minacciavano l’arbitro e un assistente di gara. Quest’ultimo è stato anche fatto oggetto di sputi”.



Ma c’è di peggio: “Nei confronti di un avversario di colore poi, i tifosi hanno proferito espressioni denigratorie da valutarsi quale espressione di discriminazione. E al termine della gara i sostenitori del Porto Viro lanciavano un sasso verso un assistente di gara, senza peraltro centrarlo, e colpivano i giocatori avversari con degli sputi”.



Il servizio sulla Voce del 16 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl