you reporter

RALLY

Auto storiche, Luise c'è

Grande voglia di rifarsi, dopo la delusione dello scorso anno

Auto storiche, Luise c'è

Matteo Luise in azione (foto di Max Ponti)

Siamo al via di una nuova stagione agonistica ed anche per Matteo Luise giunge finalmente il momento di riaprire l'armadio, riprendere in mano la tuta, il casco, i guanti e le scarpette per infilarsi nell'abitacolo della propria Fiat Ritmo 130 gruppo A.

Detentore della coppa di classe A-J2/2000 2019, nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, il pilota di Adria, dopo aver visto sfumare il bis tricolore per soli quattro punti lo scorso anno, è deciso più che mai a rifare suo il titolo nazionale e, per presentarsi ai nastri di partenza al massimo della forma, ha deciso di scendere in campo, il prossimo fine settimana, al Rally del Bardolino Historic, evento che sancisce il via ufficiale del calendario per i rally storici in quel del Triveneto.

Un'apparizione spot, quella del portacolori del Team Bassano, in attesa di definire il proprio cammino nel CIRAS 2021, sempre affiancato dalla moglie Melissa Ferro alle note e supportato dalla premiata ditta, composta da Silvano Amati e Valentino Vettore, per il supporto tecnico. 

“Aver sfiorato la doppietta nel Ciras lo scorso annor – racconta Luise – rode parecchio, ancora oggi, ma dobbiamo e vogliamo assolutamente guardare avanti. Abbiamo capito dove abbiamo sbagliato nella passata stagione ed abbiamo risolto tutti quelli che erano i nostri problemi. Vogliamo tornare nell'italiano per essere protagonisti e sappiamo di avere le carte in regola per farlo. Non seguiremo tutta la stagione completa ma, come gli scorsi anni, affronteremo le gare che più ci piacciono. Per questo motivo sarà importante non sprecare nessuna opportunità e per prepararci al meglio abbiamo deciso di essere a questo Rally del Bardolino Historic. Guardando al Ciras, ad oggi, siamo ancora indecisi se iniziare già da Sanremo oppure se iniziare più avanti. Ci piacerebbe essere presenti al Valsugana Historic, gara che amiamo molto, ma questa si svolge nello stesso mese del Sanremo. Due trasferte in un mese non riusciamo a gestirle perchè anche gli impegni di lavoro meritano, soprattutto in questo momento, attenzione. Siamo pronti per iniziare questa nuova stagione. Siamo ansiosi".

Saranno quasi una quarantina i protagonisti delle auto storiche che si sfideranno lungo i poco più di cinquanta chilometri cronometrati, suddivisi su tre speciali da ripetere Sabato 13 Marzo. I tratti cronometrati di “Graziani” (8,83 km) e “Rcb" (2,80 km) saranno percorsi per tre tornate, con la prima che verrà accorciata, di oltre due chilometri e mezzo, sul terzo passaggio. Due soltanto le ripetizioni previste per la più lunga, “Biaza” (9,57 km). 

“Guardando i video messi a disposizione dall'organizzazione – aggiunge Luise – le prove speciali sembrano particolarmente ideali per noi. Quasi totale assenza di tornanti, pochissime ripartenze e tanto veloce. Sembrano anche molto tecniche. Se così dovesse essere il gap naturale di cavalleria, che ci separa dalle vetture più potenti, potrebbe essere ridotto di parecchio. In questo modo potremmo dire la nostra anche a livello di classifica assoluta. Siamo preparati, pronti e determinati perchè vogliamo partire con il piede giusto in questo 2021, qui dal Bardolino Historic per poi riportare in polesine il Campionato Italiano Rally Auto Storiche".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl