you reporter

CALCIO PRIMA CATEGORIA

Un derby dell’Adige di fuoco

Con tre punti i biancorossi saranno primi nella lista ripescaggi per la Promozione

Un derby dell’Adige di fuoco

11/05/2022 - 09:41

Tre punti nel derby in casa del Destra Adige per regalarsi la ciliegina su una torta già abbondante, che diventerebbe ancora più succulenta grazie alla palma di miglior seconda tra tutti i 10 gironi veneti di Prima categoria. E anche per prendersi la rivincita su un avversario che, sebbene ora sia quasi retrocesso, all’andata, nella prima giornata, era stato in grado di vincere con un clamoroso 6-3 al Comunale di via Santuario.

Archiviato il 3-0 di domenica sul Cartura, ottavo successo interno consecutivo, in casa Pettorazza è già tempo di pensare all’ultima giornata di un campionato che ha rappresentato il punto più alto della storia biancorossa. Gli uomini di mister Stefano Bergo, infatti, con i loro 56 punti, sono la seconda classificata che ne ha conquistati di più, una lunghezza sopra Rovigo (girone E) e Union Dese (girone H). Vale a dire che con un’ultima vittoria i biancorossi certificherebbero il loro essere “primi tra tutte le seconde”, dunque in cima alla classifica dei ripescaggi in Promozione.

Poi la palla passerebbe alla società e in particolare al sindaco Bernardinello (nonché vicepresidente del club) per affrontare la questione stadio, ma dal punto di vista tecnico il gruppo di Bergo sta facendo faville. “Cercheremo di vincere in casa del Destra Adige per raggiungere l’obiettivo - dice il tecnico - in ogni caso non mi stupisco più del valore dei ragazzi. Contro il Cartura avevamo diverse defezioni (Ferrarese, Dainese, Vianello, Padovan, Vianello e Grandi), ma chi ha giocato è stato come al solito bravissimo. Potevamo segnare già nei primi dieci minuti, quando abbiamo creato quattro occasioni, invece abbiamo dovuto aspettare la ripresa, poi la gara si è messa in discesa”.

Felice, di nome e di fatto, anche il presidente del Pettorazza Felice Lazzarin. “Questa vittoria ci serviva per il morale, dopo il ko immeritato di Montegrotto - afferma il patron - e anche per la lotta per diventare la miglior seconda. Ora speriamo di vincere con il Destra Adige per chiudere al meglio. Ma i giocatori sono magnifici: agli allenamenti non mancano mai - conclude Lazzarin - e si impegnano sempre al massimo. Come presidente e come società siamo contentissimi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl