you reporter

Zaia sollecita più sicurezza sui treni<br/>"La Polfer non basta, serve l'esercito"

L'allarme

49447

02/11/2015 - 16:30

VENEZIA - “Si moltiplicano, quasi ad essere quotidiani, gli episodi di violenza sui treni che vedono vittime lavoratori delle Ferrovie o passeggeri. E’ urgente rafforzare la vigilanza sui treni e nelle stazioni. Non è un paese civile quello dove si deve aver paura a viaggiare o lavorare su un treno. Se gli agenti della Polfer non bastano, perché anche loro caduti sotto la mannaia dei tagli, si usino i militari”.

Con queste parole, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, torna a puntare l’indice sui “sempre più frequenti episodi di intolleranza e di violenza che si registrano sui treni in servizio in Veneto”, alla luce dell’aggressione subita a calci e pugni da un capotreno in servizio sulla linea Venezia-Verona ieri sera, alla stazione di Vigonza-Pianiga.

“Stavolta due prepotenti che non volevano pagare il previsto titolo di viaggio per il loro cane – dice Zaia – un’altra volta portoghesi violenti colti in flagranza, un’altra volta ancora veri delinquenti protagonisti di rapine, furti o aggressioni a sfondo sessuale. Cosa si aspetta prima di fare davvero qualcosa– incalza il Governatore – che a qualcuno venga staccato un braccio a colpi di machete come successo al povero ferroviere a Milano?”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl