you reporter

Approvata la riforma: la fusione delle due Ulss polesane è definitiva

Sanità

64111

20/10/2016 - 16:42

di Pier Francesco Bellini

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato in via definitiva la Legge di riforma della sanità: il provvedimento al cui interno - tra le tante altre cose - è contenuta anche la riduzione del numero delle Ulss. In Polesine, come noto, si andrà alla fusione fra la Ulss 18 e la Ulss 19.

“Riformare la sanità era un forte impegno elettorale, ma anche una necessità imprescindibile, per rispondere con un’organizzazione ancora più moderna alle sfide poste dalla contrazione dei finanziamenti nazionali, dal crescere dell’aspettativa di vita dei veneti e della loro richiesta di salute, per spostare ancora di più la barra della spesa dalla burocrazia alle cure, per sostenere ancor di più finanziariamente l’innovazione tecnologica e l’investimento sulle professionalità”.
Con queste parole, il governatore Luca Zaia ha commentato l’approvazione, avvenuta nella notte in Consiglio regionale, della riforma della sanità veneta, con la fissazione del numero delle Ullss a nove in tutto (erano 21) e con la nascita dell’Azienda Zero, pensata per la gestione di importanti funzioni amministrative, ora sparse nelle diverse Aziende con costi più elevati.

“Ora - ha concluso Zaia - pancia a terra e lavorare per trasformare il prima possibile le scelte in operatività. Non credo che alla gente interessi più di tanto avere vicino a casa uffici con targhette che smanettano carte, sono invece certo che i veneti vogliono efficienza organizzativa, qualità e razionalità della spesa, certezza di trovare nella loro regione le cure migliori per le proprie patologie”.
Servizio sulla Voce in edicola venerdì 21 ottobre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl