you reporter

Poste, regioni unite contro i disservizi

L'ultimatum

72341

23/02/2017 - 13:17

Ai disservizi di Poste Italiane il Veneto ha deciso di dire basta. Nelle prossime due settimane verrà steso un "ultimatum" con le richieste a cui la Regione non intende rinunciare.



A formulare gli impegni da sottoporre a Poste Italiane sarà il tavolo regionale di coordinamento sui servizi postali insieme alle autonomie locali convocato dall'assessore Manuela Lanzarin.



"In Veneto - afferma l'assessore al sociale - non siamo più disponibili a tollerare i disservizi causati dalle novità introdotte dalla riorganizzazione in atto: dalla consegna postale a giorni alterni alla riduzione degli sportelli nelle zone montane e rurali”.



Ma i problemi legati alla riorganizzazione delle poste infiammano gli animi anche delle altre regioni, i cui rappresentanti sono stati convocati ieri a Roma dal ministro Costa per incontrare Francesco Caio, l'amministratore delegato di Poste Italiane.



“Con il ministro Costa e i rappresentanti delle altre Regioni abbiamo dato 30 giorni di tempo a Poste Italiane – dichiara Lanzarin –perché rimoduli la distribuzione dei servizi e del personale nel territorio e presenti un pacchetto completo di proposte per risolvere le criticità che si sono evidenziate in questi due anni, in particolare i disservizi nella consegna della corrispondenza a giorni alterni".



"Bene che l’azienda di Francesco Caio investa in servizi digitali e di prossimità -aggiunge l'assessore - ma la nuova frontiera telematica non deve privare i cittadini, in particolare i più deboli, gli anziani, gli abitanti delle zone più marginali, dei servizi base, come la corrispondenza”.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl