you reporter

La contromossa della Regione per arginare la fuga di cervelli

Il finanziamento

75502

29/03/2017 - 12:03

Una contromossa per arginare la fuga di cervelli nella nostra regione. La Giunta del Veneto ha stanziato 75mila euro di contributi per progetti formativi rivolti ai giovani tra i 18 e i 39 anni che dall'estero faranno ritorno alla propria terra d'origine.



Per ottenere il finanziamento, proposto dall'assessore Manuela Lanzarin, enti locali, istituzioni pubbliche, associazioni culturali e del mondo dell'emigrazione dovranno promuovere, entro ottobre, iniziative di formazione a vantaggio dei giovani veneti emigrati. I settori su cui puntare maggiormente saranno: turismo, enogastronomia, economia, commercio, architettura, viticoltura e piccola e media impresa.



“Il contributo regionale – spiega l’assessore con delega ai flussi migratori – rientra tra le iniziative messe in campo dalla Regione per agevolare il rientro dall’estero di giovani veneti emigrati e capitalizzare, così, quel patrimonio di cervelli, professionalità ed esperienze generato dalle comunità di veneti nel mondo".



"Gli interventi formativi - prosegue Lanzarin - aiuteranno i giovani a reinserirsi nella terra natale delle loro famiglie, a beneficio sia dei flussi migratori di ‘ritorno’ sia della società veneta, alla quale il rientro di giovani veneti potrà garantire l’apporto di energie nuove e vitali, profondamente legate alla nostra identità linguistica e culturale”.



Una iniziativa di rilancio territoriale ed economico, quindi, che rientra nel più ampio piano triennale degli interventi a favore dei veneti nel mondo approvato dal Consiglio regionale del Veneto nel novembre scorso.




LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl