Cerca

Il dramma

Cucina in fiamme: uomo di 53 anni muore soffocato

Tragedia al confine con il Polesine: la vittima non è riuscita a fuggire ed è soffocata a causa del fumo sviluppatosi in cucina

Cucina in fiamme: uomo di 53 anni muore soffocato

Foto carabinieri

Una nuova tragedia nella bassa padovana, a Megliadino San Fidenzio, a pochi chilometri da Piacenza d'Adige e dal confine con il Polesine, dove un uomo era morto due giorni fa mentre moglie e figlio sono rimasti intossicati dal monossido di carbonio (leggi l'articolo).

Un uomo di 53 anni, Paolo Costantin, di professione operaio, è morto all'interno della sua abitazione invasa dalle fiamme e dal fumo.

L'allarme è scattato quando i vicini hanno segnalato del fumo che usciva dagli infissi. All'arrivo dei carabinieri e dei vigili del fuoco all'interno è stato scoperto il cadavere del cinquantatreenne originario di Montagnana.

Il suo corpo era disteso nel corridoio appena dietro la porta d'ingresso, come se stesse tentando di fuggire.

Inutili tutti i tentativi di rianimarlo.

Sul posto, per domare il rogo, è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Abano Te Legnago. Secondo i carabinieri l'incendio sarebbe stato accidentale e sarebbe partito dal piano cottura della cucina. 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy