you reporter

La storia

Coronavirus, quelle imprenditrici separate dalla famiglia dal cordone militare

Coldiretti racconta le storie delle imprenditrici bloccate a Vo': fra social e cucina i giorni sono lunghissimi

“Solidarietà e vicinanza alle imprenditrici di Coldiretti di Vo’ Euganeo, rinchiuse nelle loro aziende”.

E’ il messaggio che Chiara Bortolas presidente di Donne Impresa Veneto invia alle colleghe costrette all’isolamento a causa del Coronavirus.

Delle 277 aziende agricole sui Colli Euganei, 90 sono legate a Coldiretti. Si tratta per lo più di cantine con 600 ettari coltivati a vigneto, agriturismi, fattorie didattiche e qualche allevamento per un fatturato totale 30milioni di euro.

Da due giorni tutti i residenti a Vo' vivono blindati, tra la paura del contagio e i militari che controllano gli accessi al paese (leggi l'articolo).

Gli agricoltori lavorano in campagna: in questi giorni c'è da potare, bisogna curare re gli animali e preparare il terreno, ma è indubbio che la battuta d’arresto per le attività collaterali di accoglienza, ospitalità e soprattutto ristorazione segneranno inevitabilmente il bilancio aziendale.

Grazie ai social riceviamo notizie – commenta Chiara Bortolas – che ci permettiamo di condividere per non abbandonarle: sono le nostre principesse imprigionate, le vogliamo considerare così, in questo periodo di forza maggiore.

Coraggio Marika, Cinzia, Catia e Barbara con mamma Mirella, Monica e Maria Grazia, Luana e Alessandra. E soprattutto Forza Vo’!”

 E loro, le imprenditrici costrette ad aspettare in casa che il blocco finisca, postano le loro foto sui social. 

Marika Zanuso dell'Agriturismo San Nazario, ad esempio, ha postato un dolce fatto in casa con i biscotti mentre il marito Sandro si occupa della vigna bio. 

 Cinzia, Catia e Barbara con mamma Mirella sono le donne dell’agriturismo Bacco e Arianna.

E poi c'è Monica Toniolo, che ha lasciato l’agenzia viaggi per fare la cuoca contadina nell’agriturismo “Ai Colli”. E’ mamma di Maria Luce e vive lontano dalla sua famiglia, che è pochi chilometri più in là, separata però c’è il cordone militare.

Luana Carmignotto è invece l’artista dell’agriturismo “L’Alveare”, una giovane food designer che prepara piatti buoni da mangiare e belli da vedere, mentre Alessandra Martini e la sorella Elisabetta all'agriturismo La Roccia si sono divisi i compiti:  una cucina e l’altra impiatta: un duo vincente.

 A tutte loro, in bocca al lupo!

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Nik12

    25 Febbraio 2020 - 17:05

    Per me e una malattia mentale cronica delle persone

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl