you reporter

Rugby

E' morto Marco Bollesan, icona del rugby italiano

Era nato a Chioggia 79 anni fa. Un altro grave lutto per la palla ovale dopo la scomparsa di Massimo Cuttitta

E' morto Marco Bollesan, icona del rugby italiano

Marco Bollesan ai tempi in cui guidava la nazionale azzurra

Marco Bollesan era una delle leggende del rugby italiano.

E' morto a 79 anni a Genova, la città che lo aveva adottato, lui chioggiotto di nascita.

Di certo è stato il capitano più iconico della storia del rugby azzurro, con le sue 47 presenze in nazionale (quando le partite si contavano ogni anno sulle dita di una mano); nazionale che ha poi guidato come allenatore nel Mondiale del 1987, la migliore di sempre disputata dalla squadra italiana.

Terza linea centro, era nato a Chioggia 79 anni fa, ma poi la sua vita sportiva l'aveva sviluppata tutta a Genova.

La scorsa estate aveva vinto il Covid, poi è arrivata la malattia che se l'è portato via.

Nella sua carriera ha vinto due scudetti con Brescia e Partenope Napoli, e ha indossato le maglie di Cus Milano, Amatori Milano e Cus Genova. Dopo avere appeso le scarpette al chiodo ed avere guidato la nazionale, è stato tecnico di Milano, Livorno, Alghero e Cus Genova. 

Per il rugby italiano è un nuovo grave lutto dopo la morte, poche ore prima, di Massimo Cuttitta, un altro dei grandi alfieri della palla ovale. Tra l'altro Bollesan e Cuttitta avevano lavorato insieme per anni, contribuendo a costruire la favola dell'Amatori Rugby Alghero portata fino alla Serie A1.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl