you reporter

Levico e Caldonazzo, i due laghi "fratelli"

Gioielli d'acqua

75432
TRENTO – A separarli è soltanto una collina: i laghi di Levico e di Caldonazzo sono talmente vicini che, visti dall’alto, sembrano quasi sfiorarsi.



Nonostante distino soltanto qualche chilometro l’uno dall’altro, hanno forme e caratteristiche molto diverse. Stretto e frastagliato come un fiordo del Nord Europa Levico, più ampio e disteso, invece Caldonazzo. Timido e selvaggio il primo, vivace e turistico il secondo. Ma entrambi meritano una visita a piedi o in pedalò per scoprire le spiaggette sassose e la rigogliosa vegetazione che li circonda.



A Levico, in particolare, gli alberi cresciuti a ridosso della riva non solo si specchiano sull’acqua ma si protendono sul lago fino a toccarne la superficie. Lo scenario romantico e suggestivo della sponda destra si trasforma in un sentiero avventuroso tra sassi e radici nella sponda sinistra, lungo un percorso di circa due ore che permette di assaporare il silenzio di questo piccolo gioiello dalle sfumature verdi e azzurre.



Se a Levico è la bellezza dei percorsi naturalistici ad attirare i visitatori, il "fratello maggiore" Caldonazzo è apprezzato, invece, soprattutto per le spiagge e per gli sport acquatici come la vela e il canottaggio.



Entrambi, comunque, sono capaci di offrire un piccolo angolo di quiete in cui rilassarsi ed entrare in contatto con la natura.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl