you reporter

Spagna

Madrid, capitale della vera movida spagnola

Madrid è la città della vera movida, un modo di vivere in cui il giorno e la notte si sostituiscono senza annullarsi. Ma la movida madrilena non ha solo un valore di puro divertimento: i madrileni amano fare tardi, stare per strada, bere e mangiare in compagnia.

Madrid, capitale della vera movida spagnola

Una città splendida da visitare in ogni stagione, ma che in primavera riserva cieli tersi e notti calienti… ovviamente parliamo della capitale della movida spagnola per eccellenza, l'esuberante Madrid.

Madrid è la città della vera movida, un modo di vivere in cui il giorno e la notte si sostituiscono senza annullarsi. Ma la movida madrilena non ha solo un valore di puro divertimento: i madrileni amano fare tardi, stare per strada, bere e mangiare in compagnia. Madrid però non è solo la capitale delle chiacchiere e delle ore piccole, questa città mette d’accordo tutti, dagli amanti dell’arte che qui trovano tre grandi musei, Prado, Reina Sofia e Thyssen, a chi ama invece passare giornate di relax nel quartiere di Chueca.

Cosa vedere:

Potrete iniziare il tour di Madrid facendo un bel giro sulla famosa Gran Via dove si può ammirare l’edificio Metropolis e, se si desidera fare un po’ di shopping a prezzi onesti, entrare nelle grandi catene di abbigliamento e nei grandi magazzini El Corte Inglés. Date inizio al vostro giro culturale della città visitando il museo Reina Sofia, in zona Atocha, dove potrete ammirare il celebre dipinto Guernica di Pablo Picasso, opera chiave del cubismo. Da qui potrete dirigervi verso il Parque del Buen Retiro, il polmone verde di Madrid. Dopodiché non fatevi mancare una visita al Museo del Prado, e una passeggiata a El Rastro, uno dei più interessanti mercati delle pulci d’Europa. Scoprite gli straordinari affreschi di Goya nella Iglesia del Ermita de San Antonio de la Florida, sconosciuta per la maggior parte dei turisti che visitano Madrid e recatevi al Museo Thyssen-Bornemisza, che dispone di una collezione che va dall’arte medioevale a quella contemporanea, da Caravaggio a Gaugin, Degas, Monet, Kandinski, Van Gogh. Altro posto assolutamente da visitare a Madrid, a qualsiasi ora del giorno o della sera, è lo storico mercato della città: il Mercado de San Miguel a Madrid. Se amate il calcio allora non fatevi mancare una visita allo stadio Santiago Bernabeu, casa del Real Madrid. Merita una visita il Palazzo Reale di Madrid, situato dietro una delle più belle piazze cittadine, Plaza de Oriente. Proseguite poi la vostra visita alla città raggiungendo il cuore pulsante di Madrid: Plaza de la Puerta del SolCalle ArenalCalle Mayor e Plaza Mayor, dove alla gente piace concludere la giornata seduta ai tavolini a bere.

Alla sera:

La rinomata movida di Madrid inizia molto tardi, quindi è difficile che i madrileni vadano a cena prima delle 21.30-22 e il luogo di maggior affluenza è il quartiere di Huertas, nella zona di Plaza de Santa Ana e nelle vie circostanti, dove ci sono molti ristoranti, bar, pub e discoteche, piene di gente dalla mezzanotte in poi. Inoltre non si può dire di aver visitato Madrid senza aver vissuto, almeno per una notte, la sua intensa vita notturna, che inizia solo dopo la mezzanotte. Dopo i locali di Plaza de Santa Ana, Plaza de la Puerta del Sol e Plaza de Canalejas, si passa nelle discoteche. Due tra le più famose sono il Teatro Joy Eslava, ricavato all’interno di un teatro del XIX secolo, e il Pacha, nel quartiere di Chueca, locale mitico di Madrid.

Cosa mangiare:

A parte un buon boccale di cerveza e le solite tapas spagnole, a Madrid esistono numerosi piatti tipici che davvero non potete non assaggiare! A partire dal cocido madrileño, piatto antichissimo e simbolo di Madrid, che si ottiene mettendo a bollire per molte ore e a fuoco lento varie carni (gallina, vacca, maiale), legumi (tra i quali i ceci) e verdure. Il cocido viene servito in tre portate dette vuelcos: prima si presenta il brodo nel quale tutto è stato bollito, dopo i legumi e le verdure ed infine la carne. Questo gustoso piatto viene consumato nei mesi freddi, ma nulla vieta ai viaggiatori buongustai di provarlo anche nei periodi più caldi. Provate poi le gallinejas en embajadores, interiora fritte dell’agnello, calde e croccanti, e il callos, la trippa con pomodoro, cipolla, lauro, timo ed un po’ di morcilla (salsiccia). Uno dei piatti dell’antica cucina popolare è sicuramente la zuppa d’aglio, o sopa de Ajo, e le huevos estrellados, uova fritte servite con patate e con il saporito prosciutto spagnolo (jamon serrano). Se pranzate di fretta tra un museo e l’altro allora concedetevi un bocadillo de calamares, un panino ripieno di calamari fritti tagliati a forma di anello e conditi con un po’ di limone o maionese. Perfetto per un pasto veloce mentre passeggiate per le vie della città.
Infine tra i piatti tipici di Madrid non possono mancare i dolci, cominciando dai churros y chocolate, delle frittelle allungate, preparate al momento da intingere in una fumante tazza di cioccolata calda, ottime sia a colazione che come spuntino notturno, e i rosquillas de San Isidro, i biscotti di pasticceria più noti di tutta la cucina madrilena.

Come arrivarci:

Dagli aeroporti di Verona e Venezia partono voli diretti a Madrid, molti dei quali gestiti da compagnie low cost.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl