you reporter

Malta, tra mare e trekking

A Gozo il Coastal Wolk. A fine maggio l’Earth Garden Festival. Il Muza nella capitale

Malta, tra mare e trekking

Donato Sinigaglia
Il suo nome è stato legato, nel passato, alle vicende storiche dei Cavalieri Templari e prima ancora al mito di Calypso. Malta, arcipelago costituito da due isole, Malta e Gozo e tre isole minori: Comino, Cominetto e Filalam, ha sempre svolto un ruolo strategico nel Mediterraneo. Fin dai tempi dei Fenici, Romani, Arabi e Normanni per finire con i Cavalieri di San Giovanni, francesi ed inglesi. Tutte queste civiltà hanno lasciato tracce più o meno profonde nel passato culturale dell’isola. E’ una meta turistica gettonata per il clima, la bellezza dei paesaggi subacquei, la ricchezza di fauna e flora, la purezza del mare, la struttura morfologica unica dei fondali. Non solo. Scogliere a picco sul Mar Mediterraneo, sentieri che attraversano verdeggianti campi collinosi completano l’offerta di un arcipelago che può essere visitato in qualsiasi periodo dell’anno. Alle spiagge, bagnate da un mare cristallino, fa da contro altare la conformazione rocciosa del territorio che offre un impressionante numero di vie da praticare ammirando il mare. I molti sentieri nell’entroterra, così come quelli sulla costa, si prestano ad essere percorsi in mountain bike o a piedi, per trekking facili da compiere in poche ore o più impegnativi come il Gozo Coastal Walk che permette di esplorare il periplo dell’isola di Gozo. Il mare stesso poi è un catalizzatore di attività: fiordi, calette e spiagge da esplorare a bordo di kayak o facendo snorkeling, così come marine di altissimo livello che possono ospitare natanti o offrire il noleggio di barche a vela, motoscafi e yacht. Il carattere ospitale dei maltesi predispone, inoltre, il visitatore a lasciarsi andare ad un ritmo più in sincrono con i tempi dettati dalla natura. La grande sensibilità per la tutela ambientale ha portato i maltesi ad organizzare l’Earth Garden Festival dal 30 maggio al 2 giugno. L’appuntamento è rivolto agli amanti della vita al naturale, alle famiglie con bambini, a chi è sensibile ad un approccio olistico del benessere, con un programma che include laboratori, concerti e numerosi momenti di svago e di socializzazione. Non sono disattese le aspettative per chi è in cerca di occasioni culturali. Malta ha saputo valorizzare il suo patrimonio culturale millenario. Nella capitale Valletta c’è Il Muza, il nuovo il museo nazionale di Belle arti, che espone quasi ventimila pezzi e che rappresenta una significativa evoluzione nella storia dei musei a Malta.
E’ infatti il perfetto simbolo di connessione tra passato e futuro. Agli amanti del viaggio zaino in spalla a Malta non manca la possibilità di consumare delizioso street food a base di ingredienti freschi e genuini (come i pastizzi o la ftira), ma anche di soggiornare in strutture totalmente immerse nella natura come le splendide farmhouse, tipiche case coloniche diffuse principalmente sull’isola di Gozo. Arrivare a Malta è comodo e facile con diciassette aeroporti collegati dall’Italia con volo diretto e la possibilità di raggiungere le isole in traghetto dalla Sicilia.
Info: www.visitmalta.com.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl